Nuova Scena Antica                                                                                                                                                           Women in Art Festival
Magazine Women in Art.it                                       Astrologia
ASTROLOGIA - ritratti

Patrizia Valeria Zara - Ritratto Astrologico
Istantanea di una artista per cui la ricerca pittorica si traduce in una cura iperrealista del dettaglio, ma che non rinuncia alla iconica forza del gesto. Lettura breve di una personalità che si esprime attraverso un'arte razionale, tutta tesa verso la perfezione.

MILANO - Mi è piaciuto viaggiare indietro nel tempo sul sito di questa artista, di cui ho recentemente potuto ammirare le ultime opere dal vivo, mettendo i suoi quadri in fila e guardando come il soggetto, da un paesaggio alieno, asettico e luminoso nello spazio celeste, si è spinto verso un'attenzione per il dettaglio terrestre talmente sorprendente che descrivere la tecnica pittorica di Patrizia Zara come meticolosa, diventa un eufemismo.
Il tratto possiede una nitidezza fuori dal comune, con una strana mistura di inaspettato senso dell'umorismo che compare guizzando qua e là e una forma di innocenza che si trova solo negli attenti osservatori, disposti a meravigliarsi di tutto.
Il soggetto preferenziale dell'ultimo periodo pittorico di Patrizia Zara sono le mani. Mani iconiche, impegnate in gesti muti e nudi, accompagnate da oggetti che danno loro, ornandole con forme, una qualità unica ed un significato sinomorfico.
Per non parlare del colore degli sfondi, che fa contrasto con la pulita meraviglia di queste mani facendone spiccare l'essenzialità.
Pochi oggetti di perfetta realizzazione e l'opera è lì, semplicissima e complicatissima.

         

Patrizia Zara è uno Scorpione Ascendente Bilancia. Come già visto nelle segnature di altri artisti, la Bilancia è il segno peculiare dell'arte.
Governata da Venere ma anche da Saturno. Due signori molto diversi, se pensiamo a Venere come alla signora dell'Amore e della Bellezza e a Saturno come Cronos, signore plumbeo del tempo e della vecchiaia.
In astrologia però Saturno ha in Bilancia la sua esaltazione perché in questo segno ci mostra ben altro volto: quello del rigore formale, della giustizia, del garbo e della gentilezza, nonché la sua parte estetica, tesa all'ideale.
In questa genitura Saturno è in Toro, altro segno di Venere a cui è opposto e governa Marte in Acquario sulla cuspide della casa della creatività, facendogli aspetto di trigono.
Un simile Saturno, dona una pazienza fuori dal comune, tenacia ed una razionalità che si sposano all'istinto artistico. Le opere sono fortemente pensate, formalmente perfette.
Si noti che Saturno compie una figura di quadrato a T con Venere e Marte, governatori di Ascendente e segno solare e scaricando la tensione tutta su quel Marte in Acquario che attraverso la creatività della quinta casa, ne accoglie le tensioni e le alchimizza in questa straordinaria pittura.
Considero sia Urano che Saturno come governatori dell'Acquario, come insegnato dal famoso astrologo Stephen Arroyo, non rifiutando di leggere né il primo, moderno governatore del segno, né il secondo proveniente dalla tradizione classica.
Urano è fuso con l'Ascendente mostrando l'originalità, l'inventiva, la carica nervosa e l'amore dell'inconsueto, nonché le attitudini fortemente tecniche.
Quadra Marte che come già detto è nel segno dell'Acquario, di cui Urano è il governatore moderno, mostrando un flusso dinamico di energie, molto cerebrali e che danno abilità quasi meccaniche.
Chi segue le mie note astrologiche, si starà stupendo come me nel ritrovare simili segnature in tanti artisti diversi. Ma questa è proprio la meraviglia che suscita l'astrologia, unendo attraverso il simbolo, manifestazioni della realtà che altrimenti sembrerebbero slegate, nella illusoria frammentazione che danno i sensi.
Giove in Bilancia in prima casa mette avanti a tutto, nella personalità della pittrice, l'amore delle Belle Arti, la raffinatezza dell'espressione, che diventa anche profonda identificazione e biglietto da visita.
La Luna dell'artista è in Pesci, trigona a Venere e mostra l'altro aspetto di questo tema, quello "d'acqua", sfuggente, femminile, ricco di immaginazione, sensibilità, poetico e musicale, ispirato e meno, almeno per il momento, evidente nella produzione artistica.
Questi aspetti bilanciano il rigore saturnino con la delicatezza, qualità che peraltro ben si sposa alla precisione. Gli aspetti Scorpione, sembrano più privati, meno evidenti, come d'altronde è nella loro natura essere, ma vale la pena notare che il Sole e Mercurio scorpionici sono fusi con Nettuno, che rende l'io poroso alle suggestioni del colore, dei suoni, del tatto trasferendone poi le sensazioni in pittura.


In alto nella foto "Piccantiamoci!" opera di Patrizia Zara

Chameli Niang
(21 giugno 2012)



commons Alcuni diritti riservati
Facebook         Twitter           Youtube
.