Nuova Scena Antica                                                                                                                                                           Women in Art Festival
Magazine Women in Art.it                                      ITALIA
PRATO

SCARPE ROSSE 1522 e ROSSO DI DONNA
In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, il 25 novembre a Prato si inaugura la manifestazione SCARPE ROSSE 1522 e la mostra internazionale ROSSO DI DONNA. Il programma include un convegno e alcune performance per testimoniare e riflettere su violenza e femminicidio. A cura di Alessandra Borsetti Venier.


PRATO - Le associazioni MultiMedia91 e AParte Centro per l'Arte Contemporanea Pecci Arte in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne del 25 novembre presentano a Prato una significativa manifestazione per testimoniare, comprendere e riflettere sul tema della violenza nei confronti delle donne, partendo da quella domestica fino al femminicidio.
Il programma si apre in Piazza delle Carceri dalle ore 10.00 alle ore 16.00 con l'installazione SCARPE ROSSE 1522. Realizzata a cura di Alessandra Borsetti Venier, l'installazione si compone di oltre 500 paia di scarpe femminili dipinte di rosso, raccolte con l'aiuto di associazioni, scuole, biblioteche e cittadini, a formare il numero 1522 del centralino nazionale multilingue attivo 24 ore su 24 per 365 giorni l'anno, rivolto a donne e minori vittime di ogni forma di violenza. Chi vuole partecipare, può portare delle scarpe femminili totalmente dipinte di rosso entro le ore 10.00.

Alle ore 16.00, sempre in Piazza delle Carceri, seguono i saluti istituzionali di Matteo Biffoni sindaco di Prato, Simone Mangani assessore alla Cultura, Mariagrazia Ciambellotti assessore Pubblica Istruzione e Pari Opportunità, Fabio Cavallucci direttore Museo Pecci, Gianni Antenucci presidente Associazione AParte, Loredana Dragoni coordinatrice centro antiviolenza La Nara, Alessandra Borsetti Venier presidente Associazione MultiMedia91.
Tutte le persone sono invitate a raccogliere un paio di scarpe rosse dell'installazione e portarlo, facendo il percorso lungo Via Frascati, fino alla Biblioteca Lazzerini, sede della mostra ROSSO DI DONNA.

Alle ore 17.30, presso la Sala Campolmi della Biblioteca Lazzerini, s'inaugura la mostra ROSSO DI DONNA, a cura di Alessandra Borsetti Venier. Aperta dal 25 novembre al 16 dicembre 2016, la mostra ospita le opere di 210 artisti italiani e internazionali, i quali partecipano alla collettiva con un'opera tematica di dimensioni obbligate cm 30 x 30, realizzata con tecnica e materiali liberamente scelti.
Biblioteca Lazzerini, via Puccetti 3 - Prato.
Orari apertura: dalle 16 alle 19.

Il 1 dicembre il programma presenta la serata PREVENZIONE, parola d'ordine contro la violenza domestica così articolato:

ore 21.00 Biblioteca Lazzerini, Sala Campolmi
Performance di Murat Onol (Portate fuori i morti) e di Elisa Zadi (Blu Guado)

ore 21.30 Biblioteca Lazzerini, Sala delle Conferenze
Luciana Schinco
dell'Associazione AParte coordina:
- Intervento della senatrice Vittoria Franco (Contro i femminicidi una nuova cultura della relazione) e della sociologa Rossana Trifiletti (La violenza di genere: emergenza o tratto strutturale?);
- Proiezione video Red iceberg - prima parte con le letture registrate dei poeti Kiki Franceschi, Caterina Davinio, Michele Brancale, Annamaria Ferramosca e la performance Alullebil di Alessandra Borsetti Venier (prima parte);
- Intervento del magistrato Antonio Sangermano (Aspetti legali della violenza) e della dott.ssa Monica Pieraccioli (La presa in carico aspetti sanitari);
- Proiezione video Red iceberg - seconda parte con le letture registrate dei poeti: Mariella Bettarini, Rino Cavasino, Vincenzo Lauria, Brenda Porster, Massimo Mori, Gabriella Maleti, Dante Maffia e la performance Alullebil (seconda parte);
- Intervento di Loredana Dragoni (Gli orfani dei femminicidi) del centro antiviolenza La Nara;
- Lettura di studenti dell'Istituto Keijnes di Prato dei brani di un racconto scritto dagli zii adottivi di due orfani di femminicidio.

ore 22.30 Piazzale del Vascone
Alessandra Borsetti Venier
performance BUGADA con la partecipazione di giovani, artisti e cittadini coordinati da Erica Romano. La performance si svolgerà nel piazzale del Museo del Tessuto e si potrà vedere dalle finestre della Sala delle Conferenze e da quelle del lato lungo della Biblioteca.

Info e Contatti
MultiMedia91
tel.055 8398747 - 335 6676218
e-mail: info@morganaedizioni.it
www.multimedia91.it
AParte c/o Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci
tel. 335/8330487 info@aparte.prato.itc

In alto, "Pannello 1522" con nomi vittime di femminicidio dal 2011 al 2014 e scarpe rosse, opera di Alessandra Borsetti Venier.

Comunicato Stampa
(17 novembre 2016)



commons Alcuni diritti riservati



Facebook             Twitter    Youtube
.